Ai blocchi di partenza! Al via la nuova stagione 2018

Cari amici storici, nuovi e futuri Vi annunciamo l’inaugurazione della stagione 2018 a partire dal prossimo 12 maggio. Abbiamo acceso i motori e siamo pronti a ripartire con delle importanti “new entries” nella nostra affiatata scuderia: Sergio Balistreri guiderà tutta la squadra nel suo ruolo di Direttore mentre Agostino, il nuovo Chef, rivelerà agli iscritti alla newsletter alcuni segreti della tradizionale cucina sarda. Il nostro entusiasmo e impegno sono alcuni ingredienti per una vacanza indimenticabile che produrrà i propri benefici anche al vostro rientro. Vi proporremo esperienze uniche da vivere sul territorio,  selezioneremo per voi gli eventi più importanti di Pula e Cagliari.

Vi proponiamo per il prossimo mese un gradito ritorno: Carmen, sanguigno ed amatissimo dramma di Georges Bizet, in scena dal 22 giugno al 3 luglio per dieci serate in lingua originale francese con soprattitoli in italiano. L’opera si avvale della regia di Stephen Medcalf (“Premio Abbiati 2006” proprio con Carmen) in un’ideale rilettura della Spagna classica, “teatro” delle contrastanti vicende sentimentali di Carmen, Don José, Micaela ed Escamillo. È ambientata agli inizi degli anni Quaranta del secolo scorso, durante il secondo conflitto mondiale ed il regime totalitario di Francisco Franco. Il Teatro Lirico di Cagliari si veste di passione, di istinti e il continuo alternarsi di dualismi come amore e odio, libertà e legami, maschio e femmina.

In transito per Cagliari da Pula, non si può non fermarsi per una visita al Villaggio dei Pescatori, piccolo paradiso fronte città. Ad appena 1,5 km di distanza dal centro di Cagliari, Giorgino, fondato nel 1939 sotto il regime fascista per i pescatori della zona. Una realtà in cui i suoi abitanti continuano a mantenere vive le tradizioni e i costumi del borgo. In questo senso, la Festa di Sant’Efisio ricopre un ruolo predominante per la comunità di Giorgino. I pescatori, in questa circostanza,  sono gli unici che accompagnano il Santo fino alla chiesetta del borgo. Qua viene spogliato degli orpelli cittadini e vestito con l’abito di campagna. Anche gli abitanti del borgo indossano un abito semplice, differentemente da quelli ricchi e vistosi del resto della Sardegna, infatti, privo di gioielli, nella versione femminile conduce ai colori del mare. Una particolarità è che l’uomo sia rigorosamente scalzo.

Per pianificare al meglio il Vostro soggiorno e non perdete tutte le nostre offerte, anticipatamente,  iscrivendovi e facendo iscrivere alla nostra newsletter gli amanti della nostra isola.

Se vuoi suggerire argomenti o condividere le tue foto e video per arricchire i nostri contenuti scrivi a: commerciale@hotelbaiadinora.com.

Per prenotazioni attraverso il nostro ufficio booking, scrivi solo a  booking@hotelbaiadinora.com oppure contattaci al n. 070/9245551